venerdì 1 luglio 2022

1924 - Locandina "Gara nazionale di telegrafia pratica"

 


Locandina pubblicitaria dedicata alla manifestazione svoltasi a Milano (castello Sforzesco) nel 1924. Gara organizzata dall' I.G.N.I. (Istituto Gare Nazionale Internazionali) con sede presso il "Telegrafo Centrale" di Roma. Istituto fondato da Ferdinando Geronimi nel 1911.

mercoledì 29 giugno 2022

[OT] Memorabilia: cavo telegrafico sottomarino (1900)


Sezione di un antico cavo telegrafico sottomarino: espressione storicamente più affascinante relativa all'estensione geografica della trasmissione delle informazioni. Ancora oggi si tende, erroneamente, a pensare che il traffico dati (Internet in primis) sfrutti esclusivamente le comunicazioni satellitari. Tutto questo è in parte vero (le comunicazioni marittime ad esempio ormai usano quasi totalmente questa tipologia di collegamento): dove però è necessaria bassa latenza, quindi ritardi minori nella trasmissione, maggiore sicurezza alle intercettazioni e, principalmente, una larghezza di banda considerevole (sull'ordine ormai dei Tbps...) il cavo rimane insostituibile.

N.B. Argomento parzialmente "off-topic": ho deciso di pubblicare periodicamente alcuni post con le foto della mia collezione di tasti telegrafici (ma non solo...). Un altro modo per continuare a viaggiare nel tempoStay tuned 😉

sabato 11 giugno 2022

1947 - Geloso: locandina pubblicitaria


La compagnia GELOSO fu fondata nel 1931 a Milano. Oltre alla produzione di radioricevitori è nota per il Bollettino Tecnico GELOSO, una pubblicazione trimestrale gratuita che non solo conteneva tutto il necessario per la riparazione e la messa a punto delle sue apparecchiature,  ma anche e soprattutto, aggiornamenti, consigli, istruzioni, caratteristiche, schemari e tutto ciò che i tecnici e gli appassionati dell'epoca dovevano conoscere. Erano anni quelli, in cui non c'erano centri di formazione e le scuole di elettronica erano rarissime (fonte Wikipedia)

mercoledì 1 giugno 2022

[OT] Memorabilia: tasto telegrafico tedesco (RDT) MT50


Prodotta da VEB Funkwerk Koepenick GMBH – Berlin-Koepenick-RFT-Ostd, Wendenschlos Strasse 154, la MT 50 è stata la risposta della Germania dell'Est al noto tasto telegrafico Junker Telegraph. La MT 50, clonava il meccanismo principale, fatta eccezione per la regolazione del click stop. Anche il circuito antiscintilla utilizzava gli stessi componenti, fatta eccezione per l'impedenza. 

N.B. Argomento parzialmente "off-topic": ho deciso di pubblicare periodicamente alcuni post con le foto della mia collezione di tasti telegrafici (ma non solo...). Un altro modo per continuare a viaggiare nel tempoStay tuned 😉

domenica 15 maggio 2022

1936 - U.S. Coast Guard Station Virginia Beach


Cartolina del 1936 viaggiata che riproduce la stazione costiera di Seatack. Costruita nel 1903, in sostituzione di un'altra struttura, è rimasta in servizio sino al 1969. Attualmente è un museo dedicato alle operazioni di salvataggio lungo la costa atlantica.




venerdì 6 maggio 2022

1982 - Falkland Islands: Cable and Wireless Limited

 


Busta della "Cable and Wireless Limited" con timbro dell'ufficio postale delle isole Falkland e indirizzata all'attenzione dell'Ufficiale medico di Port Stanley (oggi Stanley) capoluogo e unica vera città delle ex Islas Malvinas argentine.

sabato 30 aprile 2022

1967 - Radio Monte Carlo

 


Cartolina pubblicitaria del 1967 di Radio Monte Carlo. La foto è relativa all'antenna storica posizionata sul Col de la Madone a nord di Fontbonne.

martedì 15 marzo 2022

2021 - Rep. Centrafricana: 230° anniversario nascita di S. Morse

 


Francobollo dedicato all'anniversario della nascita di Samuel Morse (ricordato per aver inventato il telegrafo elettrico e il suo codice Morse)  avvenuta nel 1791. 

martedì 8 marzo 2022

1976 - Saint Lys Radio (Francia)


"First Day Cover" del 1976 dedicata alla stazione radiotelegrafica di Saint Lys Radio (Francia). Nata nel 1948 ha effettuato servizio radiotelegrafico marittimo sino al 1998 con nominativo internazionale FFL e FFT.
Ha cessato le trasmissioni venerdì 16 gennaio 1998. Ecco il testo dell'ultimo messaggio trasmesso:
"cq cq cq de FFL à toutes les stations. Après cinquante ans de service, la station de Saint-Lys va stopper définitivement ses émissions avec les navires du monde entier. La technologie a évolué, amenant confort, confidentialité et sécurité dans le monde des communications. Saint-Lys a servi les marins de tous les pays et le monde de la mer. Les opérateurs tiennent à exprimer à tous leur émotion à l’occasion de ce dernier message. Cependant, le service continue auprès des autres stations, et notamment auprès de la station belge d’Oostende-radio, de la station suisse de Berne-radio et de la station monégasque de Monaco-radio. Les avis urgents aux navigateurs continueront d’être diffusés sur les mêmes fréquences. Les opérateurs de Saint-Lys radio vous donnent rendez-vous sur les réseaux de l’avenir."

domenica 13 febbraio 2022

CABLE & WIRELESS

 


Cartolina non viaggiata con la riproduzione di una veduta della valle di Porthcurno nel 1870, l'anno della realizzazione del primo cavo telegrafico sottomarino per collegare l'Inghilterra con l'India. Le origini della Cable and Wireless risalgono al 1852 quando John Pender, un commerciante di cotone di Manchester, si unì ad altri imprenditori e divenne il direttore della English and Irish Magnetic Telegraph Company.
Pender parecipò al finanziamento del Great Eastern che posò il primo cavo telegrafico sottomarino attraverso l'Atlantico nel 1866, dando inizio a una nuova era nelle comunicazioni internazionali

giovedì 3 febbraio 2022

1984 - La RADIO storia di sessant'anni (1924-1984)


Cartolina "primo giorno" del 1984 dedicata ai sessant'anni della radiofonia nazionale: il 27 agosto 1924 nasceva a Torino l'Unione Radiofonica Italiana - URI (l'antesignana dell'odierna RAI Radiotelevisione Italiana). 


Viene riprodotto nella cartolina il detector magnetico Marconi. Detector ideato da G. Marconi nel 1902 ed utilizzato per la ricezione dei radiosegnali a bordo della Regia nave " C. Alberto" nel 1903.

mercoledì 12 gennaio 2022

C.I.R.M. - Centro Internazionale Radio Medico

 


Bollo "chiudilettera" del C.I.R.M. - Centro Internazionale Radio Medico. Il C.I.R.M. nasce nel 1935, allo scopo di fornire assistenza medica a marittimi, imbarcati su navi senza medico a bordo, di qualsiasi nazionalità, in navigazione su tutti i mari. I suoi servizi medici sono gratuiti ed includono l’assistenza per un eventuale trasbordo del paziente su nave fornita di servizi medici o, se la distanza lo permette, il prelievo del malato con mezzi navali o aerei per una rapida ospedalizzazione.

Le richieste di assistenza che pervengono al CIRM sono ricevute da medici, in servizio continuativo di guardia H24 presso la sede del Centro.
I sanitari, avvalendosi, in caso di bisogno, dell’ausilio dei consulenti specialisti , prescrivono le opportune cure e si mantengono in contatto con la nave che ha richiesto assistenza, seguendo il paziente fino alla guarigione o allo sbarco.  (dal sito del C.I.R.M. http://www.cirmtmas.it).

L'erinnofilia è il collezionismo di bolli chiudilettera del tutto simili ai francobolli tranne per il fatto che non hanno, di solito, valore né postale né fiscale. Molto probabilmente la loro origine si deve all'uso di applicare sul lembo della lettera un'etichetta chiudilettera, sistema che alla metà dell'800 cominciò a sostituire i sigilli di ceralacca.
Ma il termine "bollo chiudilettera" appare limitativo nel descrivere un oggetto che per quasi 100 anni è stato un importante veicolo di storia, cultura, arte e tradizioni in tutti i Paesi del Mondo. Non è un caso che il termine "erinnofilia" derivi dal tedesco "Erinne (rungsmarke)" che significa "ricordo (francobollo)".[1] Quello di ricordare è stata infatti la vocazione principale dei "bolli chiudilettera": commemorare un evento passato, annunciare un evento futuro, o anche ricordare come propaganda.
Sotto questo profilo i "bolli chiudilettera" piuttosto che i francobolli o le cartoline postali, sono assimilabili ai manifesti (significativamente gli anglosassoni li chiamano "poster stamps" letteralmente "francobolli manifesto") e come questi dovevano avere la capacità di catturare subito l'attenzione anche con un'occhiata fuggevole e distratta.
Per questo motivo i "bolli chiudilettera" hanno sviluppato un elevato livello di raffinatezza e di essenzialità grafica che ha anticipato fin dai primi anni del '900 i concetti moderni di pubblicità.

[fonte: Wikipedia]